InterAlpes: Misura 3.2 - Trasporti

L’obiettivo principale del progetto è di migliorare la qualità della vita delle popolazioni e lo sviluppo sostenibile dei sistemi economici e territoriali  transfrontalieri attraverso la cooperazione in ambito sociale, economico, ambientale e culturale. Si traduce in maniera concreta in assi e misure.
Il progetto InterAlpes integra la misura 2 – Trasporti dell’asse 3: Favorire l'attrattività dell'area, migliorando i servizi e rafforzando l'identità delle comunità transfrontaliere.
L’intensificazione del traffico di merci e persone sulle principali reti di comunicazione nell’area transfrontaliera e l’accessibilità disagevole per le aree più periferiche sono due aspetti che caratterizzano l’area transfrontaliera. Sono dunque necessari interventi per armonizzare i collegamenti nell’area transfrontaliera e per migliorare la sostenibilità dei trasporti.
L’obiettivo generale di questa misura è di affrontare i problemi di mobilità e di collegamento in un’ottica di area vasta e con attenzione alla programmazione, alla logistica, alle ricadute sociali, economiche, turistiche ed ambientali.
Più particolarmente, gli obiettivi della misura Trasporti dell’asse 3 sono:

  •  Migliorare la mobilità transfrontaliera di beni e persone
  •  Promuovere il trasporto sostenibile transfrontaliero
  •  Migliorare l’accessibilità delle zone periferiche

Le diverse tipologie di azione sono:
1. studio e sperimentazione di soluzioni comuni per migliorare gli spostamenti nell’area transfrontaliera (armonizzazione standard costruttivi, integrazione e armonizzazione orari dei trasporti pubblici);
2. realizzazione e implementazione di servizi di info-mobilità (segnaletica bilingue, servizi informazione transfrontalieri su viabilità, meteo ecc);
3. azioni congiunte per lo sviluppo dell’intermodalità e dell’interoperabilità;
4. azioni congiunte per il miglioramento dei collegamenti portuali e aeroportuali transfrontalieri a uso turistico e commerciale;
5. azioni comuni per la diffusione della cultura della mobilità sostenibile, lo sviluppo dei trasporti sostenibili, la valorizzazione del trasporto ferroviario;
6. studio, progettazione e attivazione di collegamenti tra assi principali e secondari anche mediante servizi di trasporto collettivo (taxi collettivi, minibus a richiesta, car sharing, ecc.);
7. investimenti materiali (limitatamente a quelli di interesse locale) e immateriali finalizzati al miglioramento e messa in sicurezza dei servizi e delle infrastrutture di collegamento locale di interesse transfrontaliero.