Comitato promotore per la direttrice Europea Transpadana

Il Comitato Promotore dell'alta velocità ferroviaria merci e passeggeri viene costituito nel 1990 al fine di sensibilizzare l'opinione pubblica e le autorità competenti italiane, francesi e comunitarie sul rilievo strategico di un collegamento ferroviario veloce, ad alta capacità e potenzialità di trasporto, merci e passeggeri, trasversale tra l'Europa dell' Est e l'Europa occidentale attraverso la pianura padana, che colleghi le regioni più industrializzate dell’Italia ed i porti di Genova, Venezia e Trieste con la nuova rete ferroviaria europea.

La finalità del Comitato è di promuovere, agevolare ed accelerare la realizzazione di una linea ad alta velocità/alta capacità tra Lione-Torino-Milano-Venezia-Trieste-Lubiana e tra questa e Genova:

  • per migliorare il trasporto merci e passeggeri nel rispetto dell'ambiente,
  • per inserire l'economia italiana in un settore tecnologico d'avanguardia con grandi prospettive di sviluppo,
  • per incrementare l'efficienza dei sistemi di trasporto italiani facilitandone il riequilibrio modale a favore della ferrovia, in un contesto sempre più competitivo,
  • per ridurre le conseguenze negative sotto il profilo ambientale, economico e della sicurezza di un traffico merci che viaggia prevalentemente su strada,
  • per favorire una riqualificazione urbanistica dei territori interessati dalle nuove linee e facilitarne l’accessibilità.

La Transpadana persegue i propri obiettivi:

  • garantendo un coordinamento costante tra i soggetti pubblici e privati, a vario titolo coinvolti nel progetto,
  • promuovendo un approccio internazionale dell’opera, coordinandosi con i propri omologhi francesi e sloveni e con la Direzione Generale dei Trasporti della Commissione Europea,
  • favorendo una visione “intermodale” del progetto, affinché venga programmata ed incentivata l’interconnessione delle nuove reti ad Alta Capacità con porti, interporti e piattaforme logistiche,
  • organizzando iniziative pubbliche e diffondendo informazioni anche per via telematica con il proprio sito internet – attraverso pubblicazioni, studi e ricerche affinché il progetto divenga progressivamente patrimonio di tutti i cittadini.

 
Ad oggi aderiscono all’Associazione:
Assolombarda, Unione Industriale di Torino, le Camere di Commercio di Bergamo, Brescia, Genova, Milano, Padova, Torino e Trieste, Città di Genova, Milano e Trieste, Confindustria Genova, Lombardia, Piemonte, Veneto e Friuli Venezia Giulia, Province di Milano, Torino e Verona, Unioncamere di Lombardia Piemonte e Veneto, il porto di Venezia, Consorzio ZAI – Verona, S.I. To Interporto di Orbassano ed Intesa Sanpaolo.

  

Contatto :
Sito: http://www.transpadana.org/
Indirizzo : via Francesco Morosini 19, 10 128 Torino, Italia
Tel +39 011 433 15 10 / fax +39 011 433 17 98
E-mail: info@transpadana.org