Azione 2

REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO DI TRASPORTO COMBINATO TRA LIONE / VÉNISSIEUX E PIACENZA / NOVARA

È stata riscontrata una forte domanda di mobilità tra la regione di Lione e il Piemonte, legata soprattutto al settore della chimica, delle eco-industrie, della produzione di beni strumentali e di consumo. Infatti, le aziende impegnate in questi settori sono, in alcuni casi, già utenti dell’Autostrada Ferroviaria Alpina (AFA) e sembrano essere particolarmente disponibili a movimentare le proprie merci attraverso il trasporto combinato.

L’azione 2 di InterAlpes propone quindi un servizio ferroviario specializzato nel trasporto di prodotti chimici, scarti di lavorazione, prodotti di trasformazione e beni strumentali tra i bacini di Piacenza (Emilia-Romagna – Lombardia), Novara (Piemonte – Lombardia) e Lione (in posizione strategica anche per cogliere i traffici verso altri punti in Francia, come la Bretagna) con la possibilità di attrarre su ferrovia il flusso di merci che oggi è movimentato attraverso il trasporto stradale, servendosi di unità di carico intermodali quali container e casse mobili, nel tentativo di soddisfare, da un lato, il mercato di Lione (e il trasporto fluviale verso Marsiglia-Fos), dall’altro, di sfruttare il previsto nodo intermodale di Grenay, nella regione lionese.

Nel complesso, l’azione prevede costi di gestione per un totale di 83,8 milioni di euro, relativi al ricorso a servizi di trazione ferroviaria di operatori esterni ed al noleggio dei carri ferroviari tramite contratti di lungo periodo (compresa la manutenzione). I benefici economici dipendono dalla differenza tra il costo generalizzato (che somma il valore del tempo e il valore monetario del servizio) del trasporto ferroviario e stradale e i benefici prodotti dalla riduzione delle esternalità derivanti dal trasferimento delle merci dalla strada alla ferrovia. Si otterrebbe quindi un utile netto di 237.964 euro, che indica un margine accettabile di sostenibilità economica dell’investimento iniziale.